Pulizia Piercing ? Come Posso pulire correttamente un piercing?

Pulizia Piercing ? Come Posso pulire correttamente un piercing?

Pulizia Piercing ? Come posso pulire correttamente un piercing?

Per poter far guarire bene un piercing è fondamentale prestare molta attenzione. Usate solo quanto vi è stato consigliato dal vostro piercer e niente di quello che leggete in internet e, o quello che vi consigliano amici o parenti. La pulizia del piercing è fondamentale per una corretta cicatrizzazione.

PULIZIA PIERCING | BLOG B-HILLSPRODOTTI PER LA PULIZIA 

Per la buona guarigione di un piercing sono fondamentali anche i prodotti usati per la pulizia del piercing; possiamo usare un sapone antibatterico, germicida, disinfettante delicato ma senza coloranti e profumazioni aggiunte. In alternativa e/o in concomitanza si possono eseguire degli impacchi di acqua e sale (marino non iodato), almeno una volta al giorno per accelerare la guarigione, l’impacco è efficace per ridurre le irritazioni nell’area coinvolta dal piercing. La soluzione salina può essere fatta anche tranquillamente in casa sciogliendo un pizzico di sale (1/4 di cucchiaino da caffè) in una tazza da the riempita con acqua tiepida o calda. Una soluzione con una percentuale di sale più elevata non è consigliata in quanto potrebbe essere la causa di possibili arrossamenti e infiammazioni attorno all’area. Per la pulizia attorno al piercing potete aiutarvi con l’utilizzo di una garza imbevuta di soluzione e lasciarla direttamente sul piercing per qualche minuto. Dopo aver eseguito l’impacco ricordate di sciacquare la zona con acqua e asciugare la zona delicatamente, con una garza pulita; questo impacco è anche di aiuto nella stimolazione della circolazione del sangue facilitandone anche la guarigione. 

ISTRUZIONI PER LA PULIZIA

Per tutto il periodo di guarigione del piercing e durante la pulizia il piercing non va mai tolto, in quanto il foro fresco potrebbe anche chiudersi inaspettatamente. Il piercing va pulito due volte al giorno, per l’intero periodo di guarigione. In questo periodo di cicatrizzazione il piercing non va mai toccato con mani sporche. Ricordate di lavare sempre le mani scrupolosamente con acqua calda e sapone liquido antibatterico. Consigliamo di insaponare l’area in maniera tale da far ammorbidire le “crosticine” che poi dovremo andare a rimuovere. Delicatamente cerchiamo di far scorrere il gioiello in modo da agevolare l’introduzione del sapone all’interno del foro. Lasciando agire la soluzione per qualche minuto, risciacquate con molta attenzione sotto acqua corrente in maniera da non lasciare nessuna traccia di sapone, raccomandatevi in fase di asciugatura di farlo molto bene. Il consiglio che vi diamo è quello di non usare asciugami in quanto potrebbero essere fonte di batteri e germi  ma di usare delle garze. Cercate di essere sempre cauti durante tutto il periodo di guarigione.

COSA E’ NORMALE

Arrossamento, piccole perdite di sangue e/o gonfiore rientrano nell’iter della guarigione del piercing. Un nuovo piercing è come una ferita, possono esserci delle conseguenze che non sono assolutamente un segnale di complicazione. Per il primo periodo di guarigione soprattuto per piercing facciali vi consigliamo di dormire in maniera tale da tenere la testa più alta rispetto al cuore (usando più cuscini) per limitare i gonfiori notturni. Ipersensibilità e sensazioni di scomodità sono per un nuovo piercing del tutto normali. Come è del tutto normale avvertire bruciore, dolore, prurito o altre sensazioni per qualche giorno. In guarigione è normale la secrezione di fluido contenente plasma sanguigno, linfa e cellule morte un liquido denso, bianco-giallastro che forma seccandosi all’aria una “crosticina” tra il gioiello e il foro della pelle. Non è pus, ma per il piercing è una cosa positiva perchè indica che il piercing è in fase di guarigione. Dopo la guarigione del piercing esso, può espellere una sostanza maleodorante bianca e semi-solida prodotta dalle ghiandole sebacee chiamata sebo, non si tratta neanche in questo caso di infezione e/o pus.

COSA FARE

Come già accennato lavate sempre le mani prima di toccare il gioiello e/o l’area circostante al piercing in guarigione. Muovete il gioiello solo durante le fasi della pulizia, lasciate inserita la gioielleria iniziale durante tutto il primo periodo di guarigione, in quanto di solito la prima gioielleria inserita è quella più appropriata in termini di materiali, forma e dimensioni. Controllate periodicamente il gioiello, per assicurarsi che le palline siano ben avvitate nel caso in cui si indossi una barretta. Se lo si desidera, il gioiello può essere anche rimosso, anche se perfettamente cicatrizzato. Il foro può comunque restringersi, o chiudersi dopo qualche minuto nonostante sia stato indossato anche per anni. Tale fattore varia di persona in persona, se un piercing al lobo resta aperto non è detto che anche in altre parti del corpo resti aperto. Se per un periodo volete o dovete rimuovere la gioielleria (ad esempio per cure mediche) sono oggi disponibile dei piercing in materiale plastico bio-compatibile che può essere indossato in maniera da tenere il foro aperto, finchè non viene inserito un nuovo gioiello. 

Assicuratevi sempre e soprattutto nel primo periodo di guarigione che le lenzuola siano pulite soprattuto se si hanno animali domestici che salgono sul letto; ricordate inoltre di indossare sempre abiti puliti e comodi nell’area attorno al piercing. Cercate di limitare il consumo di alcool e l’uso di sigarette (soprattuto in piercing orali), evitate stress inutili al corpo in quanto più salutare è lo stile di vita, nelle prime settimane più veloce sarà la guarigione del vostro piercing.

Fare docce è preferibile rispetto al bagno in quanto l’acqua corrente della doccia, evita il ristagno di liquidi, il quale potrebbero proliferare colonie batteriche. Risciacquate sempre il piercing con acqua corrente. 

In caso di infezione soprattuto se in corso, non rimuovete la gioielleria, essa rimanendo al suo posto permette il drenaggio del pus; in caso di rimozione il buco potrebbe anche chiudersi come già citato e l’eventuale infezione in corso potrebbe creare un ascesso mantenendo l’eventuale infezione sotto pelle.

COSA EVITARE

A nostro parere è sconsigliato l’uso di alcool, perossido di idrogeno (acqua ossigenata), tinture di iodio in quanto sono tutti prodotti troppo aggressivi per la cute e possono seccarla e rallentare così la guarigione del piercing. Non usate altri prodotti per la cura del piercing, in quanto quelli che vi abbiamo elencato prima sono i migliori, a nostro parere è meglio usarne uno solo, in aggiunta al sapone antibatterico potete usare solamente un impacco di acqua e sale(marino non iodato). Evitate di pulirlo per più di due volte al giorno, in quanto non velocizza la cicatrizzazione ma la ritarda, creando anche “irritazioni” attorno al foro. Evitate qualsiasi contatto orale, con liquidi biologici altrui nella zona circostante alla ferita e di giocherellare con il piercing, durante la guarigione. Bagni in piscina, vasche idromassaggio, esposizioni solari sono da evitare; La sostituzione del gioiello come l’appendere di monili o qualsiasi altro oggetto al foro, è assolutamente sconsigliato su un foro fresco e non completamente guarito.

BREVE SUGGERIMENTO SU COSA EVITARE PER UNA CORRETTA GUARIGIONE DEL PIERCING

Orecchio/ Cartilagine dell’orecchio / Facciali: Cercate di evitare e soprattutto proteggere il piercing da spray per capelli, gel, lozione, trucco ecc.. Evitate il contatto della parte interessata con accessori vari (fasce per capelli, cappelli, maschere, occhiali, ecc..) soprattutto se usati da altre persone. Assicuratevi che i cuscini usati per dormire siano puliti, come lo stesso ricevitore del telefono.

Ombelico: Evitate l’uso di cinture troppo grandi e/o strette, busti e vestiti rigidi durante la guarigione. 

Capezzolo/i: Evitate di usare magliette e indumenti sporchi; Molte donne trovano comodo dormire con il reggiseno durante tutto il periodo di guarigione.

Genitali: L’attività sessuale non è assolutamente proibita, ma ricordate deve essere sempre igienica. Ascoltate il vostro corpo, se qualcosa vi crea dolore, cercate di prestare attenzione. Evitate il contatto con liquidi corporali altrui, per prevenire usate il preservativo. Questi consigli sono validi, sia per la propria salute sia per tutto l’intero periodo di guarigione del piercing.

AVVISO 

Queste linee guida sono basate sulla combinazione di varie esperienze professionali, buon senso, ricerca e pratiche cliniche. Non sono da considerare come la sostituzione del consiglio di un medico. C’è anche da valutare il fatto che alcuni medici potrebbero non avere sufficiente esperienza nel campo del body piercing.

Segui il nostro Blog, bhillstattoo.tumblr.com sempre aggiornato.

Affidatevi sempre a dei professionisti

Investiamo per la Vostra Pelle e per la Vostra Salute